Generic Animal è il nuovo progetto di Luca Galizia, classe 1995 già chitarrista dei Leute. Ne abbiamo già parlato presentando il suo ultimo singolo, Tsunami, ma ora, approfittando dell’uscita del suo album d’esordio omonimo, abbiamo fatto con lui due chiacchiere per parlare della sua musica.

QUANTO TI SENTI HYPFI? CIOÈ, FAI MUSICA TRISTE MA SEI UNA PERSONA FELICE?
Sono una persona felice e delle volte una persona triste, come tutti. Delle volte scrivo canzoni felici che possono sembrare tristi e viceversa.

QUAL È LA CANZONE PIÙ TRISTE DEL TUO NUOVO ALBUM, RITRATTO DI BOMBAY? E PERCHÉ?
La canzone più triste del mio album forse è Tsunami, forse per via dell’arpeggio nel ritornello finale e il falsetto strozzato.

E QUAL È INVECE LA CANZONE PIÙ FELICE DELL’ALBUM?
La canzone più felice dell’album è Hinterland. Si sente dall’hook iniziale e basta, penso.

IN CHE MODO LA TUA MUSICA POTREBBE RENDERE FELICE CHI L’ASCOLTA?
Penso ci siano alcune espressioni nei testi che possono far sorridere. E’ pur sempre un disco molto groovy e molto melodico, quindi se proprio non hai voglia di ascoltare le parole o di ascoltare la voce di nessuno puoi ascoltare la musica, la melodia, i ritmi che si incastrano… Non saprei.

QUALI SONO LE TUE TRE CANZONI TRISTI PREFERITE DI SEMPRE?
Mistaken for Stranger dei The National, Yellowcat / Redcat dei Say Anything e Spaccacuore di Samuele Bersani.

Ecco Generic Animal:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ogni giorno, UNA CANZONE TRISTE. Perché non c’è niente di meglio che ascoltare qualcosa di triste, per provare a essere un po’ più felici.

E poi INTERVISTE, LIVE e PLAYLIST per una dose quotidiana di HypFi.