CHI È
Il progetto di Meg Duffy, cantante di Los Angeles ed ex chitarrista di Kevin Morby, il cui primo album è Wildly Idle (Humble Before The Void)

CHE GENERE FA?
Indie Pop, Lo Fi, Neo Psychedelia

CHI C’È DI SIMILE?
Frankie Cosmos, Little Wings, Jessica Pratt

DOVE TROVO QUESTA CANZONE?
Nel suo secondo album, Placeholder, in uscita a marzo 2019

COSA DICE IL TESTO?
A struggle left undefined / asking for clarity doesn’t justify the crime / and only if memory serves / how can you be certain of what was deserved?

PERCHÉ È COSÌ TRISTE?
Perché parla di “ancestral damage and learned behaviors and conditioning to react/hold and place certain emotions are patterns I’m interested in taking part and understanding better”

PERCHÉ TI RENDE FELICE?
Perché il secondo album di Hand Habits si dimostra un lavoro più maturo e ancora più convincente del suo folgorante esordio

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ogni giorno, UNA CANZONE TRISTE. Perché non c’è niente di meglio che ascoltare qualcosa di triste, per provare a essere un po’ più felici.

E poi INTERVISTE, LIVE e PLAYLIST per una dose quotidiana di HypFi.