A Smog Museo è il nuovo progetto musicale di Nazario Graziano, già chitarrista e fondatore del gruppo post-rock Il rumore del fiore di carta, nonché illustratore e collagista. Untitled 01 è il suo esordio solista, composto da una serie di ballate electro, romantiche e visionarie, che si reggono su strutture sonore a metà strada tra il digitale e l’analogico. Ne abbiamo parlato con lui.

QUANTO TI SENTI HYPFI? CIOÈ, FAI MUSICA TRISTE MA SEI UNA PERSONA FELICE?
Mi sento molto HypFi, anche se in realtà la mia musica più che alla tristezza è un richiamo alla nostalgia. Qualcosa dal tono agrodolce, polveroso, piovoso… ma mai fine alla tristezza in se. Anzi. Credo che la nostalgia dia piacere e conforto, un po’ come la “madeleine” di Proust. Quindi si, sono felice. Nostalgico e felice.

QUAL È LA CANZONE PIÙ TRISTE DEL TUO ALBUM, UNTITLED 01, E PERCHÉ?
Riallacciandomi in qualche modo alla risposta precedente ti direi A Pocket Full of Exogini (la traccia che chiude il disco). Nel suo titolo e nell’incedere lento e gracchiante c’è tutta l’essenza melanconica del disco. A seguire, se posso citarne due, direi Small Ballad for a Floppy Disc Era, anche qui credo basti il titolo a comunicare… nostalgia.

E QUAL È INVECE LA CANZONE PIÙ FELICE DELL’ALBUM?
Anche se il titolo sembra comunicare ben altro, direi, Dead Letters from Andromeda, primo singolo estratto dall’album e traccia che ha dato ufficialmente il LA al progetto ASM. Melodie luminose e solari, viaggi intergalattici, speranza in un futuro migliore.

IN CHE MODO LA TUA MUSICA POTREBBE RENDERE FELICE CHI L’ASCOLTA?
Sapere che anche una sola persona, anche solo per qualche minuto, abbia provato sensazioni positive o sia partito per un piccolo “viaggio” ascoltando un mio brano ripagherebbe tutte le ore spese per il progetto A Smog Museo. Io, personalmente, ascolto musica tantissime ore durante la giornata e lego spesso canzoni e dischi alle mie attività giornaliere. Ecco, sapere che una passeggiata sotto la pioggia, un viaggio in treno, un ascolto notturno o durante le ore di lavoro siano accompagnate da Untitled 01 sarebbe per me la vittoria e la soddisfazione più grande.

QUALI SONO LE TUE TRE CANZONI TRISTI PREFERITE DI SEMPRE?
Domanda difficilissima, ne dovreste chiedere almeno 30, non 3. A braccio dico… Core ‘ngrato nella versione di Roberto Murolo, anche se il brano è un classico della canzone napoletana ad opera di Riccardo Cordiferro, Between the Bars di Elliott Smith e True Love Will Find You in the End di Daniel Johnston.

Ecco Untitled 01:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.