Gli Ave Quasàr sono un duo piemontese formato da Luca Grossi e Fausto Franchini, abili miscelatori di generi, dall’elettronica tedesca e inglese degli anni zero, ai coraggiosi dischi dei cantautori italiani anni sessanta e settanta, fino alle più belle sperimentazioni e divagazioni della musica strumentale. Nel loro disco d’esordio, AQ, racchiudono queste influenze avvicinandosi più al mondo della colonna sonora che a quello della canzone pop. Ne abbiamo parlato con loro.

QUANTO TI SENTI HYPFI? CIOÈ, FATE MUSICA TRISTE MA SEI UNA PERSONA FELICE?
Faccio fatica a classificare la musica come triste o come felice, mi sembra sempre un po’ riduttivo. Il punto è che molta musica è effettivamente leggera, come si suol dire, ma la felicità non lo è necessariamente. La felicità è un processo in divenire in cui dobbiamo gestire un tripudio di emozioni e in cui tutto è colorato ma a volte non gestibile e spaventoso. Quindi la musica deve anche prendersi l’impegno di rappresentare la felicità in un modo che sia aderente alla realtà. Ecco perché molta musica non è leggera ma non è nemmeno triste. Detto questo, se per semplificazione (e ci sta ogni tanto eh!) vogliamo chiamare triste tutta quella musica che è lontana dalla musica leggera e/o spensierata, sono costretto allora a dire che; si, faccio anche musica triste ma sono una persona felice.

QUAL È LA CANZONE PIÙ TRISTE DEL VOSTRO ALBUM, AQ, E PERCHÉ?
Tenendo conto di quanto ho scritto sopra, direi Anatomia di un breve scambio di battute. È la descrizione di quel breve momento in cui sei in disaccordo con una persona che ami e il clima si fa molto teso proprio perché la ami e tutto diventa inaccettabile. Ma poi tutto si risolve. Vedi! Questa nostra canzone “triste” racconta un momento difficile che fa parte di un percorso liberatorio.

E QUAL È INVECE LA CANZONE PIÙ FELICE DELL’ALBUM?
Domanda difficilissima. Forse Onore al dubbio (di essere felici).

IN CHE MODO LA TUA MUSICA POTREBBE RENDERE FELICE CHI L’ASCOLTA?
Forse nello stesso modo in cui si è felici contemplando un paesaggio con tutta la sua bellezza e tutti i suoi casini di forme e colori.

QUALI SONO LE TUE TRE CANZONI TRISTI PREFERITE DI SEMPRE?
Altra domanda molto difficile. Jealous Guy di John Lennon, You Are My Sister di Antony and the Johnsons e Buttercup dei Brad.

Ecco AQ:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ogni giorno, UNA CANZONE TRISTE. Perché non c’è niente di meglio che ascoltare qualcosa di triste, per provare a essere un po’ più felici.

E poi INTERVISTE, LIVE e PLAYLIST per una dose quotidiana di HypFi.