Formicolio è l’album di debutto dei Listrea, un lavoro che svela un disturbante mondo che ci riporta nei locali sotterranei e nel cuore della scena musicale underground: un mondo nostalgico che mischia elementi di noise, psichedelia e progressive e che ora, dopo una pandemia globale, ci sembra fantascientifico e sconosciuto. Ne abbiamo parlato con loro.

QUANTO VI SENTITE HYPFI? CIOÈ, FATE MUSICA TRISTE MA SIETE PERSONE FELICI?
Ci piacerebbe svuotare del suo significato comune l’aggettivo triste. In effetti, non definiremmo Formicolio un disco felice o triste, ma più che altro pieno d’angoscia. Non ci definiremmo nemmeno persone marcatamente tristi o felici, quanto piuttosto sensibili a ciò che ci sta attorno.

QUAL È LA CANZONE PIÙ TRISTE DEL VOSTRO ALBUM, FORMICOLIO, E PERCHÉ?
Probabilmente Potevi dirmelo un anno fa. Il testo evoca l’esaurimento fallimentare di un qualcosa che aveva forza, ma l’ha persa nel deterioramento di un rapporto. Aleggia in quel pezzo una condanna, che è l’irreversibilità delle cose quando accadono.

E QUAL È INVECE LA CANZONE PIÙ FELICE DELL’EP?
Analizzando a ritroso i pezzi del disco e soprattutto i testi, non pensiamo che ci siano brani che possano ricalcare un sentimento di felicità, quantomeno nel senso comune del termine.

IN CHE MODO LA VOSTRA MUSICA POTREBBE RENDERE FELICE CHI L’ASCOLTA?
Riferendosi ai brani come sono stati registrati, è molto più probabile che chi ascolta trovi delle corrispondenze, più che della felicità. Una situazione che potrebbe scaturire emozioni riconducibili alla felicità negli ascoltatori potrebbe invece essere il live, ovvero il momento in cui ci riesce più spontaneo trasformare ciò che abbiamo scritto in una forma più pura di energia.

QUALI SONO LE VOSTRE TRE CANZONI TRISTI PREFERITE DI SEMPRE?
Bafyo: Place to Be di Nick Drake, Christian Brothers di Elliot Smith, Going Inside di John Frusciante
Andre: Asleep degli Smiths, una qualsiasi dei Mineral, Horsehead dei DIIV
Fobie: Wings for Marie/10000 Days dei Tool, Gone with the Wind degli Architecs, Leave di Post Malone
Edo: Mütterlein di Nico, Will it Be di Michael Yonkers, Comme un Boomerang di Serge Gainsbourg

Ecco Formicolio:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ogni giorno, UNA CANZONE TRISTE. Perché non c’è niente di meglio che ascoltare qualcosa di triste, per provare a essere un po’ più felici.

E poi INTERVISTE, LIVE e PLAYLIST per una dose quotidiana di HypFi.