Sergio Andrei è un cantautore romano classe 1997, e Pulp è il suo album d’esordio: un lavoro che svela un mondo tormentato e oscuro, una locanda alcolica in una Roma hollywoodiana sporca e malinconica. Un mondo agli eccessi, ma senza prendersi troppo sul serio, fatto di amori platonici, risse, osterie, bicchieri, depressione. Ne abbiamo parlato con lui.

QUANTO TI SENTI HYPFI? CIOÈ, FAI MUSICA TRISTE MA SEI UNA PERSONA FELICE?
La mia aspirazione è esattamente il contrario. Mi ritengo un ascoltatore medio e pop in quanto ciò che mi piace è solitamente ciò che mi alleggerisce. Mi dice con poco. Mi rende più euforico e allegro, in qualche modo. Anche quando scrivo cerco quell’emozione. Questo disco conserva ancora un po’ di malinconia, ma conto di spostarmi sempre più verso una leggerezza che poi è colei che mi affascina nell’ispirazione artistica. La tristezza non te la leva nessuno, la ricerca dell’allegria è sempre un buon bottino.

QUAL È LA CANZONE PIÙ TRISTE DEL TUO ALBUM, PULP, E PERCHÉ?
Probabilmente Messo al mondo. In questa canzone, una delle più vecchie, c’è tutta quella malinconia e odiosa sensazione di essere i soli al mondo. La scrissi almeno tre anni fa, d’estate, quando tutti partono e tu vorresti suonare e urlare al mondo chi sei. Che già di per sé è follia. Mi sentivo abbandonato dai soci, dagli affetti, da chi mi poteva liberare e condivideva una battaglia che forse era solo la mia. Una sensazione poi tornata più volte, probabilmente destinata a tornare sempre, ma addomesticabile.

E QUAL È INVECE LA CANZONE PIÙ FELICE DELL’ALBUM?
Questa è bastarda. Forse tutte quelle del prossimo disco.

IN CHE MODO LA TUA MUSICA POTREBBE RENDERE FELICE CHI L’ASCOLTA?
Rendere felice mi sembra un compitone… allegri magari sì. Ti potrebbe far pensare che sì, siamo dei soli al mondo, ma alla fine anche dei gran coglioni.

QUALI SONO LE TUE TRE CANZONI TRISTI PREFERITE DI SEMPRE?
Le mie tre canzoni… Anima fragile di Vasco, Canzone di notte N°2 di Francesco Guccini ed Everybody di Mac Miller.

Ecco Pulp:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ogni giorno, UNA CANZONE TRISTE. Perché non c’è niente di meglio che ascoltare qualcosa di triste, per provare a essere un po’ più felici.

E poi INTERVISTE, LIVE e PLAYLIST per una dose quotidiana di HypFi.