A casa mia è il debutto di Renee, cioè il toscano Renato D’Amico, autore di un album tra pop ed elettronica per raccontare paure adolescenziali, amori sbagliati, traslochi, voglia di non definirsi. Ne abbiamo parlato con lui.

QUANTO TI SENTI HYPFI? CIOÈ, FAI MUSICA TRISTE MA SEI UNA PERSONA FELICE?
Sono una persona felice quando imposto la suoneria giusta come sveglia. Poi a volte me ne dimentico e scrivo canzoni tristi che per me sono comunque canzoni felici. Vi torna?

QUAL È LA CANZONE PIÙ TRISTE DEL TUO ALBUM, A CASA MIA, E PERCHÉ?
In inverno Casa libera.
In autunno Mammifero.
In primavera Gli occhi.
In estate Ti vedo nuda.
Perché fa male male da morire senza te.

E QUAL È INVECE LA CANZONE PIÙ FELICE DELL’ALBUM?
In inverno Parli la mia lingua.
In autunno A casa mia.
In primavera Scappare.
In estate Mattone.

IN CHE MODO LA TUA MUSICA POTREBBE RENDERE FELICE CHI L’ASCOLTA?
Impostando i miei pezzi come sveglia.

QUALI SONO LE TUE TRE CANZONI TRISTI PREFERITE DI SEMPRE?
Vince chi molla di Niccolò Fabi, Povera Patria di Franco Battiato e Green Twins di Nick Hakim.

Ecco A casa mia:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *