Oana è un’atipica e misteriosa cantautrice: classe 1992, di definisce senza origine né destinazione, anima di una discoteca oscura e abbandonata. I fiori del male è il suo EP di debutto e come il titolo può lasciare immaginare, parla di drammi esistenziali come nell’opera di Baudelaire. Lei stessa lo presenta definendo la sua musica “introversa e misteriosa, perché io sono così e perché vorrei lasciare la possibilità agli ascoltatori di scegliermi, di ascoltarmi, di volare, di immaginare, di liberarsi da cose”. Ne abbiamo parlato con lei.

QUANTO TI SENTI HYPFI? CIOÈ, FAI MUSICA TRISTE MA SEI UNA PERSONA FELICE?
Sì, sono molto felice di essere infelice (lo dicono ne La grande scommessa)! Seriamente… diciamo che fare e ascoltare musica triste mi aiuta ad essere felice, sono molto HypFi!

QUAL È LA CANZONE PIÙ TRISTE DEL TUO EP, I FIORI DEL MALE, E PERCHÉ?
Decisamente il brano che dà il nome all’album: I fiori del male. È un po’ grido d’aiuto, “vieni con me!”, un manifesto di solitudine, una confessione, un discorso tra due entità che abitano lo stesso corpo.

E QUAL È INVECE LA CANZONE PIÙ FELICE DELL’EP?
Dentro e fuori? Mi spiego. Se per tutto il disco parlo di liberazione, ma soprattutto della necessità di accettarsi e del “diritto di essere molteplici”, del dualismo tra desideri e disincarnazione, in Dentro e fuori questo si realizza: “togliamoci le maschere, si staccano e ci guardano””, quindi le abbiamo riconosciute, le abbiamo accettate, ora togliamole un secondo.

IN CHE MODO LA TUA MUSICA POTREBBE RENDERE FELICE CHI L’ASCOLTA?
Mi piace usare la parola “catarsi” rifacendomi alla religione greca: il rito magico della purificazione. Freud lo spiegava come la rimozione dal subconscio di elementi negativi. Quindi non seppellire le negatività, ma accettarle, esorcizzarle ed esternarle.

QUALI SONO LE TUE TRE CANZONI TRISTI PREFERITE DI SEMPRE?
Ho una playlist con 500 canzoni tristi ahah vi dico le prime tre che mi vengono in mente: Just Say I Love Him di Nina Simone, To Believe dei The Cinematic Orchestra e Jocelyn Flores di XXXTentacion.

Ecco I fiori del male:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ogni giorno, UNA CANZONE TRISTE. Perché non c’è niente di meglio che ascoltare qualcosa di triste, per provare a essere un po’ più felici.

E poi INTERVISTE, LIVE e PLAYLIST per una dose quotidiana di HypFi.