Se una band si chiama Canzoni per e il loro primo lavoro si intitola Scopare, difficilmente ti puoi immaginare un album malinconico. Invece Scopare è una sorpresa, il racconto di una storia d’amore dai primi giorni di meraviglia fino alla consapevolezza della fine, con tanta voglia di sperimentare. Per provare a capirne di più, abbiamo parlato con il collettivo molisano che sta dietro al progetto.

QUANTO VI SENTITE HYPFI? CIOÈ, FATE MUSICA TRISTE MA SIETE PERSONE FELICI?
Diciamo abbastanza, anche se la tristezza ci interessa fino a un certo punto. Molto più interessante è la malinconia, perché ci sono dentro più cose anche discordanti tra loro, c’è saudade, amor de lonh, c’è quello che poteva essere e non è stato, ci sono molte sfumature insomma. In questo senso potremmo dire che facciamo musica malinconica perché siamo persone felici, ma potremmo anche dire che facciamo musica malinconica perché siamo persone tristi.

QUAL È LA CANZONE PIÙ TRISTE DEL VOSTRO ALBUM SCOPARE E PERCHÈ?
La canzone più triste è probabilmente Donnie Darko. Perché oltre che all’omonimo film, che non è proprio il film più allegro del mondo, è stata ispirata da un’aria molto bella quanto triste, Ella giammai m’amò!:
Dormirò sol nel manto mio regal
Quando la mia giornata è giunta a sera,
Dormirò sol sotto la vôlta nera
Là, nell’avello dell’Escurïal.

E QUAL È INVECE LA CANZONE PIÙ FELICE DELL’ALBUM?
Possiamo dire che sono due: La Classica Fica Indie è sicuramente la più scherzosa, un brano che si prende poco sul serio. Poi anche Sui Tetti: seppur non possa essere propriamente definita una canzone felice è, nel nostro intento, una canzone di speranza e di rivalsa. Si chiude con il protagonista che si convince che questa è la volta buona e che riuscirà a conseguire i suoi propositi.

IN CHE MODO LA VOSTRA MUSICA POTREBBE RENDERE FELICE CHI L’ASCOLTA?
Rendere felice è una grossa responsabilità e un compito parecchio arduo, sicuramente il nostro album non arriva a tanto. Quello che può fare però è rendere chi l’ascolta meno triste, che è già qualcosa.

QUALI SONO LE VOSTRE TRE CANZONI TRISTI PREFERITE DI SEMPRE?
Ce ne sono moltissime sia italiane che internazionali. Forse il nostro “artista triste” preferito di oggi è Nick Cave. Però dovendo scegliere 3 canzoni, le selezioniamo dal re indiscusso della canzone triste italiana, Claudio Lolli: La guerra è finita, La giacca e Michel.

Ecco Scopare:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ogni giorno, UNA CANZONE TRISTE. Perché non c’è niente di meglio che ascoltare qualcosa di triste, per provare a essere un po’ più felici.

E poi INTERVISTE, LIVE e PLAYLIST per una dose quotidiana di HypFi.